Vai al contenuto

Come fare calcolo pensione quota 103 e quando fare domanda

Pensione quota 103 è la modalità di pensiona anticipata prevista dalla Legge di Bilancio per il 2024. Essa va a sostituire la pensione anticipata Quota 102.

Per andare in pensione sfruttando questa modalità di pensionamento bisogna aver maturato i requisiti previsti da Quota 103 e fare domanda in una delle finestre dedicate.

Questa forma di pensione anticipata permette di abbandonare il lavoro con cinque anni di anticipo e prevede un assegno massimo pari a 2.993,05 euro.

La misura, oltre a sostituire Quota 102, si affianca alla conferma di APE sociale e Opzione Donna, oltre al Bonus Maroni che garantisce una decontribuzione del 33% per chi ha requisiti per Quota 103 ma rimangono a lavorare.

I nostri consulenti di Caf e Patronato sono a tua disposizione per la domanda pensione quota 103 online con il rispetto delle tempistiche e dei requisiti richiesti.

pensione quota 103
Pensione quota 103 è la modalità di pensiona anticipata prevista dalla Legge di Bilancio per il 2023. Essa va a sostituire la pensione anticipata Quota 102.

Quota 103 come funziona

Come funziona Quota 103? Quota 103 permette di andare in pensione a tutti coloro che entro il 31 dicembre 2024 hanno maturato 41 anni di contributi e compiuto 62 anni di età anagrafica.

Come calcolo pensione Quota 103? La quantificazione dell’assegno pensionistico sarà calcolato con il sistema retributivo per gli stipendi percepiti fino al 31 dicembre 1995 e con il sistema contributivo per i contributi versati dal primo gennaio 1996.

Non sono previste depenalizzazioni sull’assegno che si otterrà attraverso Quota 103, ma chi andrà in pensione anticipata non potrà ottenere un importo al massimo cinque volte superiore all’assegno minimo, che per il 2024 è pari a 598,61 euro.

Questo significa che chi andrà in pensione Quota 103, tra i 62 ed i 67 anni di età riceverà un assegno pari al massimo di 2.818,7o euro e solo successivamente, al raggiungimento della pensione di vecchiaia, potrà ottenere un importo superiore, naturalmente se ne avrà maturato il diritto.

Quota 103 requisiti

Per il 2024 pensione Quota 103 si rivolge a coloro che sono nati nel 1961-1962 e che hanno versato 41 anni di contributi.

Possono accedere a questa misura pensionistica:

  • i dipendenti del settore pubblico e privato;
  • i lavoratori autonomi;
  • gli iscritti alla Gestione Separata INPS.

Invece, Quota 103 non viene applicata al:

  • personale militare della Polizia penitenziaria, della Polizia e delle Forze Armate;
  • personale operativo della Guardia di Finanza e dei Vigili del Fuoco;
  • liberi professionisti che versano i contributi alle casse riferite alla loro professione.
quota 103 calcolo pensione
La quantificazione dell’assegno pensionistico sarà calcolato con il sistema retributivo per gli stipendi percepiti fino al 31 dicembre 1995 e con il sistema contributivo per i contributi versati dal primo gennaio 1996.

Quota 103 quando fare domanda online

Per fare domanda ed andare in pensione con Quota 103 è necessario recarsi sul sito web dell’INPS, dotati di SPID, CNS o CIE, seguire la procedura ed inviare la domanda.

Alternativamente, si può chiamare il Contact Center dell’Istituto o usufruire della competenza e dei servizi offerti da Cafpatronato che, attraverso i suoi esperti, forniranno tutte le informazioni necessarie su Quota 103 e su tutte le altre misure per andare in pensione, oltre ad effettuare le procedure per via telematica e fare la domanda di pensione.

Per i lavoratori privati, l’assegno di Quota 103 potrà essere percepito tre mesi dalla maturazione dei requisiti citati precedentemente, dal primo aprile 2024 per chi li ha maturati entro il 31 dicembre 2022.

Invece, per i lavoratori pubblici, il trattamento pensionistico comincerà sei mesi dopo l’ottenimento dei requisiti per andare in pensione anticipata con Quota 103, dal primo agosto 2024 per coloro che li posseggono entro il 31 dicembre 2022.

I lavoratori del settore scolastico hanno l’unica finestra per sfruttare Quota 103 prevista per il primo settembre 2024 per i dipendenti delle statali e per il primo novembre 2024 per quelli dell’Afam, bisogna presentare domanda entro il 28 febbraio.

Ricordiamo che anche all’assegno maturato con Quota 103 non si può sommare ad altri redditi di lavoro autonomo o dipendente fino al compimento dei 67 anni di età. Sono cumulabili solo i redditi da lavoro autonomo al di sotto dei 5.000 euro lordi annui.

Per saperne di più, consulta anche:

 

 

Invia Email