Vai al contenuto

Come ottenere il Reddito di cittadinanza e come richiederlo

Il Reddito di cittadinanza è la misura che attiva un percorso che punta a combattere l’indigenza economica, la disparità e l’emarginazione sociale. 

La prestazione è attiva dal 6 marzo 2019 ed ha il doppio obiettivo di dare un aiuto economico a chi è in stato di bisogno economico e favorire il reinserimento lavorativo dei beneficiari. 

Infatti, i beneficiari per avere il sussidio siglano un Patto per il lavoro o un Patto per l’inclusione sociale.

Il provvedimento si chiama Pensione di cittadinanza se nel nucleo familiare tutti i componenti hanno almeno 65 anni di età o componenti con meno di 65 anni disabili gravi e non autosufficienti.

Vediamo insieme reddito di cittadinanza come richiederlo e quanto spetta.

reddito di cittadinanza
Il Reddito di cittadinanza è la misura che attiva un percorso che punta a combattere l’indigenza economica, la disparità e l’emarginazione sociale.

Reddito di cittadinanza come funziona

Il Reddito di cittadinanza viene erogato al beneficiario mediante una carta di pagamento elettronica, la Carta Reddito di Cittadinanza.

Il sussidio è legato all’adesione a un percorso di accompagnamento al lavoro che consiste nella firma della Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro (DID) e del Patto per il lavoro presso il Centro per l’impiego, ovvero del Patto per l’inclusione sociale presso i servizi sociali dei comuni.

I maggiorenni di età pari o inferiore ai 29 anni sono comunque convocati dai Centri per l’impiego per la definizione del Patto per il lavoro, anche nel caso il loro nucleo familiare abbia sottoscritto un Patto per l’inclusione sociale.

Sono esclusi da questi obblighi i minorenni, i beneficiari della Pensione di Cittadinanza; i soggetti di oltre 65 anni di età i soggetti con disabilità, coloro che sono già occupati o che frequentano un regolare corso di studi, i cittadini che si occupano di familiari minori di tre anni o disabili gravi e non autosufficienti, persone in particolari condizioni di salute, coloro che frequentano corsi di formazione o tirocini.

Reddito di cittadinanza requisiti

Il Reddito di cittadinanza si rivolge ai cittadini italiani, europei e coloro che risiedono in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 consecutivi, che hanno un’età compresa tra i 18 e i 65 anni ed anche ai titolari di protezione internazionale.

Oltre ai requisiti per accedere al Reddito di cittadinanza è necessario avere:

  • un Isee che non superi i 9.360 euro all’anno;
  • un patrimonio mobiliare è previsto il tetto massimo dei 6.000 euro, compresi titoli di stato, BOT, CCT, azioni, buoni fruttiferi, fondi di investimento e simili (tetto aumentato di 1.000 euro in più per ogni figlio oltre il secondo, o di componenti con disabilità, 5.000 euro in più per ogni componente con disabilità e 7.500 euro per ogni componente in condizione di disabilità grave o di non autosufficienza, fino ad un massimo di 10.000 euro);
  • non avere altri immobili dal valore superiore a 30.000 euro oltre la prima abitazione;
  • il reddito del nucleo familiare non deve oltrepassare i 6.000 euro annui per i single, 6.000 euro annui moltiplicati per la scala di equivalenza per i nuclei familiari composti di più persone, 7.560 euro annui per gli ultrasessantacinquenni e un massimo di 9.360 euro se il nucleo familiare vive in affitto. 
  • nessuno in famiglia deve possedere autoveicoli immatricolati negli ultimi 6 mesi di cilindrata superiore a 1.600 cc né motoveicoli immatricolati negli ultimi due anni di cilindrata superiore a 250 cc, né barche.
reddito di cittadinanza come funziona
Il Reddito di cittadinanza si rivolge ai cittadini italiani, europei e coloro che risiedono in Italia da almeno 10 anni, di cui gli ultimi 2 consecutivi, che hanno un’età compresa tra i 18 e i 65 anni ed anche ai titolari di protezione internazionale.

Chi ne fa richiesta non deve poi essere sottoposto a misura cautelare personale e non esser stato condannato in via definitiva, nei dieci anni precedenti la richiesta.

Si perde il diritto a percepire il Reddito di cittadinanza se il beneficiario:

  • non sottoscrive la dichiarazione di immediata disponibilità al lavoro;
  • non sigla il Patto per il lavoro; 
  • non presenzia, in assenza di giustificato motivo, alle iniziative di carattere formativo o di riqualificazione o ad altra iniziativa di politica attiva o di attivazione;
  • non partecipa ai progetti utili alla collettività, nel caso in cui il comune di residenza li abbia previsti;
  • non accetta almeno una delle tre offerte di lavoro congrue oppure, in caso di rinnovo, non accetta la prima offerta di lavoro congrua;
  • non comunica se ha trovato una nuova o comunica informazioni non corrette per avere un importo del Reddito di cittadinanza superiore a quanto gli spetta;
  • non presenta una DSU aggiornata in caso di variazione del nucleo familiare;
  • svolge un’attività lavorativa senza comunicarlo.

Se il beneficiario del sussidio fornisce informazioni false relative alla sua situazione rischia la reclusione da due a sei anni, da uno a tre anni le variazioni di reddito o patrimonio, comprese quelle che portano alla revoca o della riduzione del beneficio.

In entrambi i casi, il beneficio viene tolto ed il beneficiario deve restituire quanto indebitamente percepito.

Il Reddito di cittadinanza è compatibile con la Naspi, la Dis Coll e le altre misure rivolte alla disoccupazione involontaria.

Reddito di cittadinanza quanto dura

Il Reddito di cittadinanza parte dal messe successivo a quello di presentazione della domanda e dura 18 mesi.

Può essere rinnovato, dopo la sospensione di un mese, presentando una nuova domanda a partire dal mese successivo a quello di erogazione della diciottesima mensilità.

La Pensione di cittadinanza 65 anni si rinnova automaticamente senza il bisogno di presentare una nuova domanda e senza alcuna sospensione.

Il Reddito di cittadinanza può diventare Pensione di cittadinanza se il più giovane dei componenti compia il 65° anno d’età in corso di godimento del Reddito di cittadinanza. In questo caso, diventa Pensione di cittadinanza dal mese successivo.

Il Reddito di cittadinanza parte dal messe successivo a quello di presentazione della domanda e dura 18 mesi.

Reddito di cittadinanza quanto spetta

Quanto spetta di Reddito di cittadinanza? Per calcolarlo bisogna sapere che esso è composto da due parti:

  • una riguarda il reddito familiare, 6.000 euro moltiplicati per la scala di equivalenza (7.560 euro per la Pensione di cittadinanza 65 anni),
  • l’altra, prevista solo a chi è in affitto, aumenta il beneficio di un importo annuo pari al canone di locazione fino ad un massimo di 3.360 euro (1.800 euro per la Pensione di cittadinanza). È prevista anche una integrazione per famiglie proprietarie della casa di abitazione, laddove sia stato acceso un mutuo (al massimo 1.800 euro).

Il massimo del beneficio che si può ottenere è di 9.360 euro annui (780 euro mensili), moltiplicati per la scala di equivalenza e ridotti per il valore del reddito familiare.

Il beneficio massimo si può ottenere solo se non si percepiscono trattamenti assistenziali e altri redditi rilevati nell’ISEE.

Per calcolare l’importo del Reddito di cittadinanza si impiega la scala di equivalenza che è pari ad 1 per il primo componente del nucleo familiare ed è aumentata di 0,4 per ogni altro componente di età maggiore di anni 18 e di 0,2 per ogni componente aggiuntivo minorenne, fino ad un massimo di 2,1, elevato a 2,2 in presenza di componenti disabili gravi o non autosufficienti.

L’Isee e le informazioni fornite dai beneficiari determinano l’importo del Reddito di cittadinanza.

Ecco una tabella esemplificativa sul calcolo del Reddito di cittadinanza:

Componenti del nucleo familiareScala di equivalenzaImporto massimo annuale
1 adulto1 6.000 €
1 adulto e 1 minore1,2 7.200 €
2 adulti1,4 8.400 €
2 adulto e 1 minore1,6 9.600 €
2 adulti e 2 minori 1,810.800 €
2 adulti e 3 minori212.000 €
3 adulti e 2 minori o 4 adulti 2,112.600 €
4 adulti (o 3 adulti e 2 minori) tra cui una persona in condizione di disabilità grave o non autosufficiente2,213.200 €

Reddito di cittadinanza come fare domanda

Come ottenere reddito cittadinanza? Il Reddito di cittadinanza può essere richiesto:

  • alle Poste;
  • telematicamente sul portale del Reddito di cittadinanza;
  • presso Caf e Patronato;
  • telematicamente mediante il sito dell’INPS.

Al momento di presentazione della domanda bisogna presentare il Documento d’identità e codice fiscale del richiedente, il Codice Fiscale di tutti i componenti del nucleo familiare, eventualmente del coniuge non residente e del figlio a carico non residente (se il figlio non è coniugato o se non ha figli o se di età inferiore a 26 anni) e l’ISEE aggiornato.

Dal primo gennaio 2024 il RdC verrà sostituito dal nuovo Assegno di Inclusione

Per saperne di più:

Invia Email